b_320_0_16777215_00_images_2021_Simonetta-Magari.jpg

Simonetta Magari ci ha lasciato lo scorso 5 ottobre. Ha condotto “Psicologia e Comunione” (Psy-Com) per oltre 20 anni con dedizione, passione, perseveranza e grande generositá. Simonetta era italiana, di Anzio, Laureata in Medicina all’Universitá La Sapienza di Roma ha svolto la sua pratica professionale come psichiatra e psicoterapeuta.

Ha lavorato in diverse strutture legate alla salute mentale e anche in maniera privata. L’ultimo tempo ha ricopreto l’incarico di direttore sanitario presso il centro romano Opera di Don Guanella. Aveva incontrato il Movimento dei Focolari da giovane e da subito era rimasta colpita dell’ incidenza culturale e scientifica della spiritualitá proposta da Chiara Lubich.

E’ stata presente dall’inizio quando Chiara Lubich, dopo aver ricevuto la laurea h.c. a Malta in Psicologia, aveva proposto ad un primo gruppo di studiare l’impatto in questo campo del carisma dell’unitá. Attenta, attiva, sempre presente fin dalla organizzazione del primo congresso internazionale di Psy-Com nel 2002, condivideva una fondamentale intuizione: in Gesù possiamo vedere la pienezza dell’essere umano, realizzato anche dal punto di vista psicologico. Fu lei a creare, in mezzo a non poche difficoltà, la prima commissione centrale di Psy-Com. Fu la vera anima dei congressi successivi, di tutti i seminari e gli eventi formativi per operatori sanitari, psicologi, ricercatori, accademici, giovani professioniti, studenti. Si é recata di persona in tanti posti per accendere con dedizione e passione una vasta rete internazionale con attenzione alle diverse realtá culturali e locali: lungo tutta l’Italia prima e poi in Spagna, in Brasile, in Austria, in Argentina, in Australia, in Burundi, in Svizzera, in Uruguay, negli USA e in Cile. Qualche anno fa, un momento importante di questo rapporto con il mondo accademico, quasi un implicito riconoscimento, è stato il congresso alla Sapienza della Società internazionale di Psicologia per la Pace. In quella occasione i professori dissero apertamente che loro sulla pace avevano le teorie, ma Simonetta poteva portare le esperienze e la vita. Lei fu felicissima di questo! Da anni ha avuto una docenza a contratto alla Cattolica di Roma, dove è stata molto apprezzata; ma la sua quotidiana trincea era la direzione sanitaria del “don Guanella” di Roma, uno dei centri di riabilitazione per la disabilitá intellettiva più importanti d’Italia. Anche lì ha dato il meglio di sé fino all’ultimo, con grande professionalità e infinita umanità, garantendo sempre la propria presenza, assumendosi ogni volta sino in fondo le proprie responsabilità, sia verso i pazienti che verso le autorità sanitarie locali, soprattutto nel periodo iniziale e difficile della pandemia. Tantissime le esperienze di donazione verso i pazienti, che lei solo poche volte, quasi con pudore, ha condiviso con noi. E’ stata sempre convinta che con i pazienti il potere più curativo sia quello dell’amore incondizionato.

Non finiremo mai di ringraziarti, Simonetta, per aver dato vita, forza, forma e speranza a Psy-Com! Da tutto il mondo giungono ecchi su di te, sulla tua carica e amore, sull’impatto che hai avuto cercando di lasciar che la psicologia -e le discipline correlate- s’ispirino al paradigma della comunione. Ora con commossione e generositá prendiamo la tua staffetta con le due mani perché non cada!

 

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.