ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

L'utopia in azione

L’utopia in azione

di Alberto Ferrucci

da "Economia di Comunione - una cultura nuova" n.31 - maggio 2010

N31_Pag._27_Lutopia_in_azioneNei primi anni ’90 io ero coordinatore dei rapporti internazionali del progetto di Economia di Comunione. Centinaia di aziende nel mondo vi avevano subito aderito e già stava nascendo vicino a San Paolo del Brasile il Polo Spartaco, il primo raggruppamento di imprese partecipanti al progetto.
Allora ricevevo una lettera da François Neveux, un imprenditore francese che con il suo tipico stile diretto, esprimeva il desiderio di mettere gratuitamente a disposizione del progetto di Economia di Comunione le tecnologie ed i brevetti che aveva sviluppato negli anni.
Le aveva già vendute a varie aziende europee e mediorientali che ne avevano fatto la base del loro successo, ma se un imprenditore avesse voluto avviare una nuova attività nel Polo Spartaco poteva averle gratis.

Si rivolgeva a me perché sembrava che gli imprenditori brasiliani non avessero saputo apprezzare la sua offerta ed io lo invitavo ad accompagnarmi al congresso brasiliano degli imprenditori EdC che si sarebbe svolto di lì a poco, in modo che potesse presentare di persona le sue tecnologie e le loro prospettive industriali.

Durante il congresso Ginetta Calliari, una delle prime compagne di Chiara, all’inaugurazione di un nuovo capannone del Polo per cui non vi era ancora un’azienda affermava, con inspirata sicurezza, che quella costruzione sarebbe esistita anche nei cieli nuovi e terre nuove, perché nata per amore.
A quel punto François, col suo fare sbrigativo, da imprenditore che decide per intuito e poi sa far tornare i conti della attività che ha sognato, annunciava che quel capannone lo avrebbe utilizzato lui: vi avrebbe avviato un’azienda di manufatti in plastica, realizzati con la sua tecnica di rotomoulage, ed in onore di Ginetta avrebbe chiamato l'azienda Rotogine.

Ho quindi incontrato François nel momento del suo impegno sociale più alto. Da quale percorso originasse quella sua “pazzia” l’ho capito solo anni N31_pag._27_Isaline_Dutru_dopo, leggendo l'affascinante racconto della sua vita scritto da Isaline Bourgenot Dutru.    

Lo stile brillante ed anticonformista del libro, che ora viene offerto anche al pubblico italiano dopo la traduzione in portoghese, è stato reso egregiamente nella nostra lingua dal Prof. Alberto Golin, che qui desidero ringraziare.
è un racconto che prende il lettore per quello scanzonato non fermarsi davanti a nulla che era proprio di François, per il suo amore per il prossimo in difficoltà, che lo aveva portato a fare autonomamente nella sua Francia vari importanti tentativi di imprese a servizio degli ultimi.

Un’esigenza profonda che aveva visto realizzabile compiutamente nel progetto di Economia di Comunione tanto da dedicarvi tutte le sue risorse, economiche e di inventore, negli ultimi quindici anni di vita.

Lo ha fatto utilizzando quell'Arte di Arrangiarsi che da ragazzo lo aveva affascinato leggendo il Robinson Crusoe di Daniel Defoe e che aveva applicato in tutta la sua vita, come dimostrano i suoi vari brevetti industriali; un'arte che nei suoi scritti della maturità riconosceva non tanto come un suo talento, ma come il dono che giunge dall'alto per superare le difficoltà di ogni giorno, che è offerto ad ogni uomo e donna che opera per amore: “Tu dai, e ti viene dato”.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it